Diritti televisivi per lo sport dal vivo: scontro tra Dazn, Sky e Prime Video?

Torna il grande calcio con la stagione 2021-2022 e si registrano importanti novità in termini di palinsesto televisivo per quanto riguarda campionato, coppe nazionali e soprattutto tornei internazionali come Champions ed Europa League. Come abbiamo già avuto modo di constatare il primo cambiamento ha riguardato la Coppa Italia, che da quest’anno verrà trasmessa in chiaro e in esclusiva da Mediaset, anziché da Rai Sport. Tuttavia le novità più importanti e che stanno facendo discutere riguardano le gare in esclusiva da parte di Dazn.

Dazn fa la parte del leone per questa stagione calcistica

Quest’anno infatti Dazn si è aggiudicata ben 10 gare di campionato, di cui addirittura sette in esclusiva e altre tre in co-esclusiva con Sky. Questo significa in soldoni che basta avere un abbonamento Dazn per vedere tutte le partite di campionato, mentre con Sky calcio le partite di campionato sono solo tre. Non finisce qui però, dato che da questo momento anche Prime Video entra nel discorso dei diritti televisivi per quel che concerne l’edizione di Champions League 2021-2022. Del resto per chi segue lo sport e in particolare il calcio professionistico sarà balzato agli occhi come Prime Video, cioè Amazon, abbia intensificato la selezione di documentari, speciali televisivi e programmi dedicati al mondo del calcio internazionale. Quest’anno però per la prima volta verranno trasmesse delle partite in diretta streaming, utilizzando di base lo stesso sistema di Dazn, ma con la tecnologia Amazon, che dovrebbe garantire, almeno in linea teorica un livello ottima di tale servizio.

Anche Amazon Prime scende in campo per la Champions League

Quante gare verranno trasmesse su Prime Video? Si tratta di un discorso valido per l’Italia e per altri Paesi comunitari, dove verranno trasmesse le migliori 16 partite del torneo, con le gare del mercoledì. Quello che però ha conquistato l’attenzione mediatica è data dal fatto che per gli abbonati Prime non ci saranno costi aggiuntivi. Della fase a gironi vengono trasmesse due gare della Juventus e una dell’Inter, per quel che riguarda le italiane coinvolte. L’esperimento della trasmissione della finale di Supercoppa europea è stato quindi salutato con successo e con entusiasmo.

Lo stesso non si può certo dire per il servizio di Dazn e soprattutto per Sky che in pratica arretra in termini di prestigio, dopo un periodo in cui il colosso di Pay tv era diventato l’asse portante per lo sport e in particolare per il calcio di prima fascia. Oggi ci si interroga sempre di più sul ruolo svolto dai diritti televisivi per lo sport e per il calcio in generale. Da una parte c’è chi sostiene che ci sia un eccesso di protagonismo che scaturisce poi nello spezzatino del weekend, dato che i campionati non vengono più disputati in simultanea, proprio per dare agli utenti la possibilità di seguire più gare in programma. Tuttavia oggi lo sport e il calcio in particolare sono cambiati in modo radicale. Ed è cambiato anche il modo di fruire e di seguire questo tipo di sport. Si pensi ad esempio al numero e alla richiesta sempre crescente di pronostici e di quote scommesse calcio con i bookmaker online che stanno avendo sempre più successo e seguito, data anche la possibilità di seguire gli eventi sportivi direttamente tramite app per smartphone e tablet. L’ultimo step è quello di seguire sui dispositivi le gare attraverso realtà operative come Dazn, NowTv e come in questo caso Prime Video, cioè Amazon.

netflixmagazine.com

netflixmagazine.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *