FILMGIOCHITECH

Interstellar di Cristopher Nolan: recensione

film di Cristopher Nolan Interstellar, prodotto dal colosso statunitense Paramount. Si tratta di una pellicola estremamente ambiziosa e che ha visto uno sforzo produttivo di oltre 165 milioni di dollari. Il film che è stato distribuito il 4 novembre negli Stati Uniti e il 6 in tutta Europa, esce nell’anno del centenario di fondazione della Paramount Pictures.

La Paramount Pictures Corporation è una tra le più importanti case cinematografiche degli Stati Uniti, e si tratta di un colosso con un fatturato di oltre  1 miliardo di dollari e un utile netto di 300 milioni (nel 2011).

Il progetto di Cristopher Nolan, regista, tra le altre, di pellicole di successo quali Il cavaliere oscuro e Inception, è iniziato nel 2006 e doveva essere diretto da Steven Spielberg, con una sceneggiatura adattata da Jonathan Nolan, fratello del regista, e basata su un trattato del fisico teorico Kip Thorne, sulla possibilità di viaggiare tra sistemi solari attraverso un wormhole. Successivamente vengono coinvolti attori del calibro del premio oscar  Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Matt Damon e il grande attore attore britannico Sir Michael Caine, attore feticcio del regista. Viene anche coinvolto nel progetto il compositore Hans Zimmer. Le riprese vengono effettuate durante l’estate 2013 tra Canada, California e Islanda.

Si tratta di uno dei prodotti di punta della Paramount Pictures, e senza dubbio sarà anche uno dei maggiori film del 2014. Per quanto riguarda il titolo azionario, ricordiamo che dopo il 2011 la Paramount ha raggiunto il primato nel mercato cinematografico mondiale, superando i competitor della Warner Bros.

Da un punto di vista tecnico è importante ricordare che questa pellicola è girata in formato anamorfico 35 mm con tecnologia IMAX. Singolare come il film sia stato distribuito proprio mentre la sonda spaziale europea Rosetta è atterrata sulla superficie della cometa. Questo episodio potrebbe ricordare agli appassionati di cinema e non solo un altro famoso caso in cui i film hanno attinenza con la realtà, come nel caso di 2001 odissea nello spazio di Stanley Kubrick.

Attualmente dopo una settimana di proiezioni il film ha raggiunto la cifra di 4 milioni di euro di incasso, battendo anche il record del regista, che con Inception film interpretato da Leonardo Di Caprio aveva incassato nelle prime 72 ore 2 milioni e 635 mila euro. Interstellar ha registrato un incasso di 2 milioni e 893 mila euro. E’ il miglior esordio per una pellicola cinematografica dell’anno a pari merito con Transformers 4.

Per valutare la performance del film e il titolo in borsa della Paramount Pictures bisognerà però aspettare il prossimo week end, quando i dati saranno più stabili e semplici da analizzare. Per ora buona visione con questa intricata e ambiziosa pellicola.

Comments (1)

  1. Vivamus scelerisque odio ut quam aliquam dapibus. Sed imperdiet turpis at neque luctus, et mollis diam cursus. Nulla viverra velit vitae libero viverra, vel volutpat metus egestas. Duis at mauris mauris.

Comment here