SERIE

Better Call Saul – la serie tv spin off di Breaking Bad

Breaking Bad è stata una di quelle serie tv di alto livello, destinata a raggiungere la perfezione e molto apprezzata dal pubblico. Così i co-creatori Vince Gilligan e Peter Gould hanno avuto l’intuizione geniale di realizzare un “prequel” dell’amatissima serie, che per l’appunto è Better Call Saul (arrivata alla quinta stagione, con una sesta di prossima uscita) un compendio delle disavventure legali di Saul Goodman (alias Jimmy McGill).

Il rischio di realizzare uno “spin off” di Breaking Bad, visto l’enorme successo della serie tv, è stato, ovviamente, grande.

Gilligan e Gould hanno, infatti, effettuato una scommessa su un cavallo che non partiva favorito ed hanno ampiamente vinto.

Better Call Saul è una serie tv molto diversa da Breaking Bad. In questo caso la sceneggiatura non riguarda (se non marginalmente) ancora la droga ed i cartelli e, nel complesso, c’è meno azione.

E’ una serie pensata e studiata per approfondire le vicissitudini di uno dei personaggi più iconici di Breaking Bade, probabilmente, è proprio questo il motivo della sua riuscita.

Better Call Saul è la dimostrazione che si può realizzare una buona serie tv in modo lento e ragionato, mettendo al centro dell’attenzione i personaggi e non la storia.

La vera forza di questa serie è la regia (alcune inquadrature sono davvero particolari ed affascinanti), ma anche la struttura della serie è molto ben realizzata ed articolata.

Bob Odenkirk interpreta il personaggio principale(Jimmy McGill/Saul Goodman). Ma vi è anche Mike Ehrmantraut (Jonathan Banks), uno dei volti preferiti dai fan di Breaking Bad. Ma vedrete anche Howard Hamlin (Patrick Fabian), Nacho Varga (Michael Mando), Gus Fring (Giancarlo Esposito) e Lalo Salamanca (Tony Dalton).

Better Call Saul è più di un semplice prequel di una delle serie tv migliori di tutti i tempi, infatti rappresenta una serie a sé stante, con una propria narrazione e, secondo alcuni, è addirittura più bella di Breaking Bad.

All’inizio fu accolta con tiepido ottimismo, perché tale serie era accompagnata dalla convinzione che fosse una mera strategia commerciale per capitalizzare un brand già di successo.

Tuttavia vi sono alcuni fattori che dimostrano che non sia esattamente così. In primis la scelta dei protagonisti, già sopra elencati, e la loro nuova dimensione narrativa, nonché lo sviluppo psicologico di questi.

Poi la caratterizzazione psicologica dei personaggi secondari, espletata addirittura meglio che in Breaking Bad.

Altro fattore importante che qualifica Better Call Saul come una serie assolutamente da non perdere è la trama.

Anche la splendida fotografia che immortala i deserti accarezzati dal cielo azzurro del New Mexico rappresenta un fattore determinante della serie tv poiché mostra e analizza dettagli del medesimo universo narrativo in cui sono calati i protagonisti di Breaking Bad, ossia il leggendario Walter White e Jesse Pinkman.

Non mancano poi le citazioni che, a più riprese, rievocano le disavventure e le peripezie degli stessi White e Pinkman.

Per chi le volesse scoprire, siamo ben lieti di postarvi il seguente link Better Call Saul e Breaking Bad: tutte le citazioni e gli easter egg – Movieplayer.it

In sintesi, Better Call Saul è uno dei prequel più riusciti nella storia delle serie tv (e sappiamo benissimo quanto sia difficile realizzare un prodotto televisivo di questo genere, senza cadere nella banalità e nell’ovvietà).

Noi di netflixmagazine.com vi consigliamo caldamente di vedere questa serie tv, soprattutto se siete già rimasti affascinati da Breaking Bad.

 

 

 

Comment here